Blog sul Webmarketing e Seo


26
Nov

Freelance: la crisi

Ho scritto molte volte, in diversi post, che il periodo è davvero difficile.

Il numero dei clienti diminuisce, la disponibilità economica di questi clienti diminuisce, le fatture non pagate aumentano, e non parliamo poi di tasse e costi che continuano ad aumentare.

Non per tutti è così, però molti freelance hanno difficoltà ad arrivare a fine mese.

Crisi

Ho cercato un pò su internet il significato della parola “Crisi” che deriva dal verbo greco krino e significa : separare, cernere, e in senso più lato, discernere, giudicare, valutare.

Ho trovato anche che la parola “crisi” deriva dal greco krisis e riguarda un momento di  decisione, di scelta, di separazione o svolta.

In Cinese la parola crisi è composta di due caratteri: uno rappresenta il pericolo e l’altro rappresenta l’opportunità.(ma ci sono anche teorie diverse sul significato orientale di questa parola)

Secondo Einstein: La crisi era una benedizione :

“Non possiamo pretendere che le cose cambino, se continuiamo a fare le stesse cose.
La crisi è la più grande benedizione per le persone e le nazioni, perché la crisi porta progressi. …….”

Insomma non per voler essere ottimista a tutti i costi, ma tra qualche anno potrebbe venir fuori che la crisi sia stata un bene. Adesso però c’è da stare dietro alle bollette attuali e alle varie tasse e affitti che non si fermano davanti a niente.

Io credo che questa crisi cambierà molte cose, per sempre, ed è davvero importante che noi come freelance cerchiamo di reinventarci per cercare di superare questo brutto momento.

Gestione spese

Come vi dicevo le spese e le bollette non si fermano, anzi, hanno una puntualità disarmante. Le entrate invece non arrivano più puntuali e allora iniziano i problemi.

Hai un piccolo ufficio, l’affitto è diventato insostenibile ? condividilo con un tuo collega, oppure trasferisciti tu stesso dal  tuo collega. Bisogna assolutamente far fronte alle spese, sacrificando alcune cose. In cambio le spese saranno sicuramente più abbordabili.

In un periodo difficile come questo, è importante sfruttare il più possibile il coworking, sono anni che vediamo studi associati di avvocati o di medici, forse è arrivata  l’ora anche noi freelance di unire le forze e dare ai clienti un servizio migliore e anche una maggiore offerta di prodotti.

coworking freelance

Preventivi:

Non voglio ripetermi, ma come ho già scritto altre volte in questo periodo, bisogna lavorare praticamente il doppio rispetto a prima per ottenere più o meno la metà di quello che si otteneva prima, per cui datevi da fare e presentate più preventivi di prima. Fate delle telefonate in più oppure smettetela di trascurare i clienti che avete già.

Clienti

E’ risaputo che provare a vendere qualcosa ad un vostro cliente è più facile, molto più facile che farlo ad un vostro potenziale cliente.

Soddisfare un vostro cliente oltretutto è anche meno costoso, si perché per trovare un nuovo cliente ha dei costi, in termini di benzina e tempo e altro.

Cerca di migliorare

Visto che probabilmente vi troverete ad avere delle giornate vuote, non buttate via il tempo, ma cercate di specializzarvi oppure cercate di inserire dei nuovi “Prodotti ” che possono essere venduti ai vostri clienti. Frequentate quel corso che non avete mai frequentato a causa della mancanza di tempo. Insomma lavorate sulle vostre attitudini e migliorate le vostre specializzazioni.

Non abbatterti

Questo è il punto più importante, cercate di non deprimervi se in questo periodo, i clienti scarseggiano e se quei pochi che avete, vi fanno disperare con i pagamenti.

So benissimo che il fatto che tutti quanti facciano fatica, non è un gran punto da cui partire, però è sempre meglio di niente no ?

Non siete diventati scarsi o incapaci tutto in un colpo.

Cercate di non abbattervi perché ho paura che questa crisi durerà ancora un pò e solamente migliorando voi stessi e i vostri prodotti potrete uscirne bene.

 

 

 

 

Pin It
 
Guida Seo

iStockphoto
Google plus
Proudly powered by WordPress.