Blog sul Webmarketing e Seo


29
Ott

Freelance: il professionista sei tu

Ho già scritto più volte di come, a mio parere, sarebbe giusto presentarsi   ai clienti e come rapportarsi con loro, ma ogni caso è sempre a se e ogni cliente è fatto a modo suo.
In questo periodo così difficile però sembra che i clienti siano tutti difficili e che anche quelli più tranquilli, quelli con cui magari abbiamo già lavorato,  si trasformino anche loro in clienti “Complicati.”



Primo colloquio

Una cosa che consiglio sempre è: ascoltare, ascoltare e ascoltare le richieste del cliente, cercate di capire bene cosa vuole il cliente, le sue aspettative e molto importante gli obiettivi che ha in mente.
E’ molto importante che capiate bene cosa vuole il cliente, primo per fargli un preventivo  ad hoc in base alle sue richieste e poi anche per capire se siete adatti al lavoro che il cliente chiede, oppure se avete bisogno di un aiuto da parte di qualche vostro collaboratore più specializzato.

Dopo aver ascoltato il cliente, tocca a voi; spiegategli cosa farete e di cosa vi occuperete per aiutare il suo business.
Se per caso c’è qualcosa che il cliente nelle sue richieste ha dimenticato oppure se c’è qualcosa che potrebbe essergli utile sta a voi suggerirglielo oppure inserirlo nel preventivo.

idee freelance

Preventivo

Come ho già detto in altri post, il preventivo dovrebbe essere sviluppato a moduli, nel senso che bisognerebbe inserire le varie fasi di lavorazione e i rispettivi prezzi.
In questo modo il cliente può scegliere liberamente quale servizio prendere oppure quale servizio commissionarti successivamente.
In questo caso la scelta è la sua, in base al suo budget e alle sue aspettative, in questa fase l’unica cosa che puoi fare è consigliare e spiegare bene i vari step in maniera chiara. In questa fase la scelta è sua.

La realizzazione

Se è andato tutto bene e il cliente ha accettato il preventivo, tocca a voi far vedere che siete i professionisti.

Adesso viene la parte difficile: far capire al cliente che siete voi il professionista, non dovrebbe essere la parte difficile perchè questo è il vostro lavoro, ma purtroppo non si sa come mai, ma c’è sempre l’amico, il cugino, o la moglie che sostengono che il lavoro del Webdesigner sia molto semplice e tutti riescono a fare in pochi minuti tutte le modifiche.

E’ molto importante che gli facciate capire quali servizi ha acquistato; è davvero molto facile che ci siano fraintendimenti sui servizi che sono compresi e su quelli che non lo sono nel preventivo che gli avete presentato

Volete un facile esempio ? il logo non digitalizzato, se non specificate bene sarà veramente facile ritrovarvi a fare un logo (con decine di modifiche) e subito dopo alla carta intestata, “Che ci vuole il logo è già fatto ..”

immagini del sito ritoccate

Ditemi che non vi è mai successo

Il cliente sceglie le immagini e i testi, il layout ma siete voi che dovrete fare il lavoro, per cui  per farvi un piccolo esempio:

Freelance: “Grazie per avermi mandato le foto, ma in che pagina le metto ? ”

Cliente: ” Sceglile tu, non ci sono problemi”

Dopo che avete scelto le immagini, le avete ridimensionate e ritoccate, eccovi subito il cliente che vi dice: ” Ma questa foto non può stare nella pagina Chi siamo.. non ci azzecca proprio” e così rifarete il lavoro un sacco di volte.

Questi sono solo alcuni esempi, sono sicuro che ne avrete mille di analoghi, ma l’importante è che facciate capire bene al cliente che voi siete i professionisti del web. Non è una cosa facile o immediata, si impara con l’esperienza ma credetemi, siate chiari e precisi, risparmierete tante ore di arrabbiature e di incomprensioni.

 

Pin It
 
Guida Seo

iStockphoto
Google plus
Proudly powered by WordPress.