Blog sul Webmarketing e Seo


29
Nov

Chi è il SEO? Against ciarlatani

Arrivati alla terza puntata della rubrica affrontiamo Chi è il SEO.

Abbiamo visto cos’è LA SEO e adesso andiamo a conoscere l’operatore dietro le linee.

Lo spirito è sempre quello un po’ LOL perché non voglio fare deontologia professionale; ognuno lavora come diavolo vuole ma poi i risultati si vedono.

Insomma, In My Humble Opinion ecco chi è il SEO.

Sei un SEO se..

1.Hai una presenza sul Web: ‘sticazzi il detto del ciabattino che va con le scarpe rotte. Anche se pretendere da te stesso un Personal Branding ai livelli Richard Branson magari è troppo, evita di passare almeno per il Richard Benson della SEO.

Prova a digitare il tuo nome su Google: stai guardando lo specchio delle brame più grande del reame della tua professionalità. Evita che ci sia solo il profilo di FB dove fai festa.

E’ semplice, tranne nei casi di sfortunata omonimia: per fortuna che nel mio caso, gli omonimi siano solo frotte di cugini di cui solo il sottoscritto lavora nel Web.

2. Non garantisci niente: davvero. Giochiamo in un campo, i MdR che possiedono pure il pallone. Attenzione però, non voglio dire che chi è SEO lavora come se tirasse la leva di una slot machine.

Un vero SEO studia e analizza continuamente il mercato in cui sta operando e NON DEVE garantire una posizionamento certo al cliente, sia a scanso di figure emme’ sia perché non sarebbe corretto.

Si devono fissare degli obiettivi, certo, e lavorare al massimo per raggiungerli. Ma c’è una percentuale di rischio che il cliente deve conoscere.

seo professionale

3. Sei collaborativo: lavoriamo nel fucking world 2.0 e personalmente chiedo sempre un consiglio a chi ritengo un SEO migliore di me e ce ne sono tanti.

Condividere risultati, tenersi aggiornato e se ne hai la possibilità, partecipare agli eventi, ti permette di “fare rete” al contempo aumentando il punto 1 e arricchendo la tua figura professionale.

Sei ti comporti da str*** non sei una star della SEO, sei solo uno str***.

Essere collaborativi non vuol dire essere fessi. Se ti chiedono una consulenza, giustamente ti fai pagare, se è per un consulto quantomeno non mandare a quel paese. Se non hai tempo, fallo presente in maniera educata. Ok, questo è un punto da Montessori, lo so.

4. Non ti fidi di quello che ti dicono i motori di ricerca: Google, per bocca di Matt Cutts, ne dice tante, tantissime. Ma IMHO ricordiamoci che lavoriamo nel mercato italiano e che l’Homer Simpson medio pensa che la torre di Pisa sia nello stesso grande paese del Colosseo ergo, sai quanto gliene frega del nostro mercato RISPETTO ad altri?

Sperimenta sempre e agisci secondo quanto hai provato: sei un SEO non un dannato Clark Kent che riporta notizie.

5. Non hai mai posizionato niente: c’è pieno (cit.) di gente che spaccia servizi SEO e fino all’altro ieri stava a fare tutt’altro. Nulla di negativo nella mobilità lavorativa ma spacciarsi per esperto tutto di un botto non è corretto.

Uno dei miei maestri, Francesco De Francesco, con una boutade dice che non ti può considerare un SEO vero se non hai posizionato N keywords, dove N non è una-due.

5+1. Hai una insana passione per questo lavoro: il Briatore dice che se ti diverti mentre lavori, non stai lavorando bene. Personalmente non è che mi esalti la prospettiva di operare per certi settori ma mi esalta il lavoro in sé. La competizione, il misurarsi con altri professionisti, etc.

La SEO è uno di quei lavori dove raccogli quanto seminato. Solo che la fase della semina è dura e ci vuole tanto amore per far crescere le piante.

E con questa metafora da Mulino Bianco ci leggiamo alla prossima

Glossario della terza puntata “Chi è il SEO”

Personal Branding: L’arte di fare della propria figura di singolo professionista un marchio veicolo di valori o per dirla con una mia ex collega di università “fasse notà”.

MdR: acronimo di motori di ricerca. In inglese è SE, Search Engine.

Autore: Benedetto Motisi
SEO e copywriter, lavoro in DEA Marketing S.r.l. e sono coordinatore del corso SEO Training. Quello che faccio in questo blog è cercare di dare il mio contributo alla Forza della SEO. Lo trovate su Twitter e su Google Plus

 

Pin It
 
Guida Seo

iStockphoto
Google plus
Proudly powered by WordPress.

Our Google+ page